03.12.2020

Le superfici sportive del futuro sono in gomma riciclata dai Pneumatici Fuori Uso

Per un approfondimento sulle superfici sportive di ultima generazione abbiamo coinvolto la ECOPNEUS quale storico partner Casali Sport, che sintetizza di seguito l’importanza sia da un punto di vista tecnico, sia ambientale dell’uso di gomma riciclata SBR nella realizzazione di campi da gioco e piste di atletica._________________________________________________________________

Da anni Ecopneus, società consortile senza scopo di lucro principale operatore della gestione dei Pneumatici Fuori Uso (PFU) in Italia si impegna, in collaborazione con le migliori aziende di vari settori, nello sviluppo di soluzioni sostenibili in cui l’SBR da PFU rappresenta una componente ad elevata sinergia. Le pavimentazioni sportive di ultima generazione, ne sono una chiara espressione in quanto sicure, vantaggiose e dalle ottime prestazioni.

La gomma riciclata dai Pneumatici Fuori Uso presenta delle caratteristiche straordinarie per lo sport: l’ottimale risposta elastica, la resistenza alle condizioni meteorologiche più avverse e  l’elevata capacità di assorbimento degli urti,  ne fanno un materiale ideale per la pratica di diverse discipline sportive.

Ma non solo. L’impiego della gomma riciclata comporta anche notevoli vantaggi dal punto di vista ambientale, in quanto contribuisce alla riduzione del consumo di materie prime vergini utilizzando un materiale ricavato dal trattamento di un prodotto a fine vita, ed anche economico: a parità di prestazioni e di resa, costa infatti circa 1/10 della gomma di origine naturale e consente di ridurre in alcuni casi i costi di gestione, contribuendo parallelamente al consolidamento di un mercato sostenibile per le materie prime seconde che si ottengono dai PFU.

Ogni anno Ecopneus gestisce la raccolta e il recupero di circa 200.000 tonnellate di PFU che vengono trasformate in gomma riciclata per tantissime applicazioni nello sport, nelle infrastrutture, nell’arredo o come energia. Il settore sportivo è quello che tuttavia assorbe il maggior quantitativo, con una quota del 32%, della gomma da riciclo della filiera Ecopneus. Una risorsa preziosa per la realizzazione di innovativi prodotti ecosostenibili in settori molto diversi tra loro, come le pavimentazioni dedicate allo sport.

 “La nostra attività principale consiste nel gestire raccolta, trasporto e riciclo dei Pneumatici Fuori Uso, ma dedichiamo molta attenzione anche allo sviluppo delle applicazioni della gomma riciclata e le superfici per lo sport sono una delle migliori rappresentazioni di questo percorso - ha dichiarato Giovanni Corbetta, Direttore Generale di Ecopneus. – Queste pavimentazioni nascono dalla combinazione di ricerca scientifica, sostenibilità ambientale e di innovazione applicata allo sport. Il nostro impegno in Ricerca e Sviluppo ha portato ad una evoluzione dei materiali utilizzati favorendo lo sviluppo di nuove applicazioni e il consolidamento di quelle esistenti. Per il basket, ad esempio, ci siamo affidati ad atleti ed esperti del mondo scientifico, professionisti del settore e aziende specializzate in pavimentazioni sportive grazie alle quali è stato possibile individuare e infine realizzare la composizione ideale per la pratica di questa disciplina”.

Un accurato studio commissionato al Dipartimento di Scienze Motorie dell’Università di Tor Vergata da Ecopneus e UISP ha rilevato come la resa atletica vari in funzione delle caratteristiche della pavimentazione. In tal senso, l’esame ha individuato nei fenomeni di restituzione elastica, attrito radente e attrito volvente delle superfici sportive, fattori di grande impatto nella performance umana. Le analisi cui sono state sottoposte le superfici di gioco sono state meccaniche (caduta, rotolamento e urti per indagare la restituzione elastica e l’attrito volvente e radente), fisiche e fisiologiche (sprint, cambi di direzione, forza esplosiva-elastica) e posturali-funzionali (test Drop Jump).

Dall’analisi dei dati emersi dal test di Drop Jump è stato riscontrato che le pressioni e i tempi di contatto sono maggiori sulla pavimentazione in gomma riciclata rispetto le altre pavimentazioni tradizionali oggetto dello studio. Da ciò si deduce una maggiore proprietà elastica, ammortizzante e di conseguenza meno traumatizzante della pavimentazione in gomma SBR. Si presume altresì che questo tipo di superfici sportive possano rispondere adeguatamente alla richiesta di alta performance muscolare (nella fase acuta dell’esercizio sportivo) oltre a garantire una discreta capacità di assorbimento degli urti, con una buona resa in termini di sopportazione prolungata ai carichi di lavoro (effetto cronico).

Lo studio in questione evidenzia quindi che, a parità di prestazioni atletiche, le pavimentazioni che integrano sottostrati in gomma SBR (tappetini prefabbricati o posati in opera) offrono la massima libertà di progettazione delle superfici sportive permettendo il miglioramento di alcuni parametri rispetto alle soluzioni convenzionali anche grazie alla possibilità di modulare lo spessore di tale sottostrato in gomma SBR da PFU con lo strato d’usura esterno della pavimentazione, ottenendo specifiche tecniche in grado di soddisfare le più disparate esigenze atletiche sia di allenamento, sia di gara.

Ecopneus è costantemente impegnata nella promozione delle applicazioni della gomma riciclata nello sport, nelle infrastrutture stradali, in edilizia e in tanti altri settori. Nello sport, la superficie su cui si gioca è fondamentale sia per la salute dell’atleta che per i risultati sportivi raggiungibili e i campi da gioco in gomma riciclata aiutano gli atleti a giocare meglio e più a lungo, attraverso una soluzione che oltretutto contribuisce anche all’affermazione di una società fondata sul riciclo.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info